BLEFFARE PER SAPERE QUELLO CHE GLI ALTRI PENSANO

Bleffare significa : far credere quello che non è … dire cioè delle bugie.
Fondamentalmente esistono due modi per bleffare : conscio ed inconscio.
Consciamente si dicono le bugie con l’intento di celare la verità.
Inconsciamente si dicono le bugie senza pensare a quello che si dice … senza pensare alle conseguenze.
Quello che si dice non è sempre quello che si pensa.
Prevalentemente sono gli uomini che bleffano volentieri ... in particolare nel gioco dell’amore.
Uomini che bleffano avendo il vantaggio sulle donne più credulone.
Se la donna bleffa lo fa con intelligenza per raggiungere uno scopo ben definito.
L’uomo bleffa sempre per innata abitudine di maschio.
La forma più interessante nel bleffare è quella di farlo con intelligenza per conoscere quello che pensa un’altra persona.
Chi bleffa con intenzione osserva attentamente la reazione della persona a cui è stata rivolta la frase non corrispondente alla verità …
Se tale persona è presa alla sprovvista … con la propria reazione rivela quello che realmente pensa.
Da questa spontanea reazione … chi ha bleffato si accorge qual è il punto debole del contraente … continuando la sua tattica per scoprire sempre di più le debolezze dell’altra persona.
Questo giochetto viene volentieri praticato dai rappresentanti di commercio per poter vendere un determinato prodotto.
Quando si tratta di amore e di sesso … il bleffare è all’ordine del giorno.
L’uomo bleffa in tutti i modi : consciamente ed inconsciamente …
La donna … più credulona … ci cade quasi sempre.
Da una frase buttata anche senza pensare da parte di un uomo … fa invece molto pensare alla donna che ci crede … e si chiede : “per quale motivo ha detto questo ?”.
Senza pensare che motivi non esistono … è stata solo una frase buttata dall’uomo per rabbia … forse per offendere … per colpire la donna nel suo orgoglio.
Un tipo di cattiva bleffa tipica del maschio per colpire l’ego della donna che ne risente.
Per innata indole femminile la donna sopporta molto meglio le cattiverie emesse dell’uomo indipendentemente se si tratta della verità oppure no.
Mentre invece l’uomo accusa in ogni caso il colpo … reagendo con rabbia al bleff di una donna.
Bleffare … dire bugie … non dire la verità … fa parte della nostra vita.
Ognuno di noi usa consciamente o inconsciamente questo modo di esprimersi … prevalentemente per proteggersi.
Ognuno di noi ha una maschera che desidera gelosamente mantenere.
Nessuno è completamente sincero su quello che dice.
Bleffare aiuta a nascondere le nostre debolezze … aiuta a conoscere le debolezze degli altri.
I religiosi hanno una tecnica di comunicazione invidiabile che tutti dovrebbero usare : dire poco o niente.
Se un religioso ritiene necessaria una presa di posizione … parla sempre con tranquillità con un viso sempre sereno … esprimendosi sempre al neutrale … senza mai colpire l’altrui dignità.
Questo è l’atteggiamento ideale dove la bleffa non serve a niente.
Eventuali bugie vengono incassate senza dare particolari indicazioni alla persona che le ha emesse.
Ad un religioso puoi dire qualsiasi cattiveria anche bleffando … egli rimarrà sempre impassibile con un viso sereno … senza mai reagire.
Fra i comuni mortali che vengono giornalmente confrontati nel contesto della vita sempre più incessante basata sul successo come per es. il lavoro … l’amore … il sesso … è una sfida che assicura la propria esistenza.
Per ottenere quello che si desidera : si bleffa volentieri per abitudine.
I creduloni e chi è particolarmente sensibile : soccombe.
Chi bleffa meglio è quasi sempre il vincitore … fintanto che trova un’altra persona che bleffa meglio.

(pubbl. il, 07.08.2015 su FB)