L’IMPORTANZA DI SAPER COMUNICARE …

Saper comunicare significa avere successo in tutti i campi, indipendentemente se sei un datore di lavoro o una persona con funzioni direttive di una qualsiasi azienda, oppure un dipendente, o per chi cerca lavoro e nella vita privata.
Saper ascoltare ed osservare con attenzione ed interesse significa venire a conoscenza del pensiero della persona che parla ... questo modo di procedere è una base fondamentale nella comunicazione interpersonale.
Saper ascoltare è più importante che saper parlare.
Mai interrompere una persona che parla ... aspetta che ti viene concessa la parola ... nel frattempo studia la persona nel come si esprime ... pensa a come rispondere quando arriva il tuo turno.
Il tuo atteggiamento al confronto del mondo esterno deve sempre essere “piacevole a prima vista” altrimenti tutto quello che segue serve a ben poco o a nulla. 
Tieni sempre ben presente che l'immagine di quando ci si incontra per la prima volta rimane sempre fissata nella mente della persona che ti vede, anche se in un secondo tempo ti presenti in un altro modo.
---
Quello che conta per avere successo è sempre e solo la prima immagine.
---
Se al primo incontro trasmetti una immagine negativa e refrattaria della tua persona, tutto il resto che segue è anche negativo.
L'immediata simpatia o antipatia decide ... se si viene accettati oppure no ... se tu avrai successo oppure no.
E' sempre consigliabile presentarsi con un viso aperto, simpatico e sorridente come se tu dovresti vedere Gesù Cristo (anche se tale persona ti è antipatica al primo colpo d'occhio). 
Un datore di lavoro o dirigente aziendale che non è in grado di comunicare piacevolmente con i dipendenti non otterrà i migliori risultati dal proprio personale.
Se per es. il dirigente di una orchestra non è in grado di guidare i singoli elementi comunicando ed armonizzando nel modo giusto, non si deve meravigliare se di tanto in tanto qualcuno non usa correttamente il suo strumento, con il risultato che il componente dell'orchestra viene licenziato.
In una normale azienda avviene la medesima cosa con la differenza che il dipendente si licenzia e va a lavorare dalla concorrenza senza più fare errori.
Il datore di lavoro o il dirigente che grida o urla con parolacce che colpiscono l’orgoglio e la dignità umana ... non usa il modo giusto per voler insegnare qualcosa ed ottenere dal dipendente il massimo di produttività ... anzi ... si ottiene il contrario a discapito dell'azienda, con il pericolo di contagio da parte del team di colleghi.
Quello che un datore di lavoro o dirigente aziendale mai deve presentare è l'atteggiamento arrogante del "chi sei tu, chi sono io".
L'atteggiamento giusto è quello dell'amico che desidera aiutarti nel voler far bene il tuo lavoro, per cui se si desidera assumere la persona giusta al posto di lavoro giusto è necessario che il dirigente impari a comunicare nel modo più piacevole con la persona che si presenta.
Per chi cerca un posto di lavoro è estremamente importante "sapersi vendere" rispondendo alle domande nella massima sicurezza e con poche parole senza mai perdere un simpatico sorriso che aspira fiducia.
Saper comunicare positivamente e costruttivamente nell'ambito del lavoro così come anche nell'ambito privato significa essere apprezzati dal mondo che ci circonda ... significa aprire le porte del successo ... significa eliminare automaticamente tutti quegli ostacoli che trovano quelle persone che sempre brontolano ... criticano ... alzano la voce o urlano nella convinzione di voler insegnare qualcosa e con l'arroganza nel voler dimostrare di essere superiori agli altri.
Imparare a comunicare è facile ... devi solo seguire queste semplici 3 regole di base ...
. ascolta ed osserva con attenzione ed interesse chi parla
. parlare poco e dire solo il necessario senza mai andare oltre l'obbiettivo
. presentati sempre correttamente nell'abbigliamento e nel modo più simpatico possibile sorridendo con simpatia. 
Se si viene assunti da un datore di lavoro dimostra di aver voglia di lavorare e di volerti perfezionare nella mansione assegnata (anche se il lavoro e/o lo stipendio non è proprio quello che desideri).
Mai parlare male del datore di lavoro o di un collega di lavoro.
Mai licenziarti senza prima aver trovato un altro posto di lavoro meglio dotato.
Mai rimanere a casa disoccupati in aspettativa che qualche datore di lavoro ti offre un posto di lavoro "più allettante"
Ogni datore di lavoro che cerca personale assume più volentieri la persona che ancora lavora senza essersi licenziata ... in tal caso si ottiene dal nuovo datore di lavoro quasi sempre un trattamento migliore del tuo attuale posto di lavoro.
(pubbl. il, 19.08.2017)