L'ETERNO PERDENTE ...

La persona che preferisce adagiarsi sulle comodità che i genitori offrono invece che accettare un qualsiasi lavoro (anche sotto pagato) vive nel concetto : "meglio sfruttare i genitori che farsi sfruttare da un datore di lavoro".
Questa è la tipica mentalità di chi “non ha voglia di lavorare”.
E’ quella persona che pensa di perdere la propria dignità se il guadagno non è abbastanza allettante.
E’ quella persona che non ha proprio necessità di lavorare (fintanto che i genitori e/o l’assistenza sociale e/o l’indennità di disoccupazione provvede a vivere ugualmente bene).
E' quella persona che vive nel concetto : CAMPA CAVALLO CHE L'ERBA CRESCE.
E’ quella persona che si vuole garantire via telefono un posto di lavoro per cui pretende già un contratto di lavoro “per diritto sindacale".
E' quella persona che già via telefono vuole sapere quante ore al giorno si devono fare ... quando è il giorno di riposo ... se il vitto e l'alloggio è gratis e se il luogo del posto di lavoro esistono dei divertimenti.
E' quella persona che vuole sapere subito via telefono quanto si guadagna.
--------
Ed é sempre quella persona che disprezza ogni datore di lavoro parlando di schiavismo o sfruttamento di manodopera.
Ed è ancora quella persona che invidia ogni datore di lavoro ... il quale per tutta una vita ha raggiunto il grado di benessere con il sacrificio di duro lavoro iniziando da zero.
Quel datore di lavoro che ancora lavora a tarda età … e anche dopo il pensionamento.
Quel datore di lavoro che offre lavoro a chi ha la volontà di lavorare e di imparare un mestiere concedendo l’opportunità di arrivare al successo con una propria attività.
Sono sempre quelle domande che identificano immediatamente lo sfaticato, cioè : il disoccupato cronico che "per diritto sindacale" pretende garanzie anticipate per poter accettare l'offerta di lavoro.
Ed é ancora lui che dopo qualche giorno di lavoro scappa anche di notte ritornando a casa dalla mamma lamentandosi di essere stato trattato come uno schiavo.
Sedendosi davanti al suo PC pubblica su FB il nome e cognome del datore di lavoro avvisando i disoccupati in rete che si tratta di un datore di lavoro schiavista che sfrutta la gente e di non accettare offerte di lavoro.
E' quella persona che invece di cercare lavoro preferisce andare al bar degli amici per farsi una bella partita al biliardo ... dopo aver ricevuto dei soldi dalla mamma ...
(pubbl. nell'anno 2014 su FB)