LA PAURA DI VOLERSI METTERE ALLA PROVA ...

Quello che frequentemente avviene nella nostra vita è "la paura di volersi mettere alla prova".
Già in gioventù si ha paura di affrontare il lavoro se è quello che non piace.
Questo lo possiamo già notare nei giovani di oggi, i quali cercano il posto fisso alla banca o alla posta o in una grande azienda.
Se i giovani di oggi accettano un lavoro provvisorio per dimostrare la volontà di imparare un mestiere ... dopo qualche giorno di lavoro si licenziano inventando una moltitudine di scuse per giustificarsi di fronte al papà o alla mamma.
Giustificazioni tipo : "mi hanno fatto lavorare come uno schiavo con 14 ore di lavoro al giorno ... il lavoro è stato troppo massacrante ... il datore di lavoro gridava sempre e mi diceva delle parolacce ... i colleghi di lavoro erano sporchi, non si lavavano mai ... la stanza messa a disposizione puzzava di muffa ed era piena di polvere ... il materasso aveva macchie e puzzava di urina, con dei buchi da dove venivano fuori delle farfalline di tarli ... le lenzuola anche bucate non venivano mai lavate ... il bagno era sempre sporco ... mancava l'acqua calda per cui non si poteva nemmeno fare la doccia ... ogni tanto saltava fuori qualche topolino che faceva la cacca dappertutto" ... eccetera eccetera ...
Sentito tutto questo dal papà e dalla mamma ... il figlio è scusato ... finalmente può mettersi davanti al suo amato computer e/o andare al bar degli amici sorridendo di aver risolto il suo problema ... contento di poter giocare al bigliardo ... felice di poter avere un appuntamento con la ragazza ...
Diventando persona adulta subentrano altre paure ... paure che impediscono di volersi mettere alla prova qualora ci si trova di fronte ad altri problemi per i quali ci si blocca ... si fa marcia indietro ... ci si auto giustifica per auto consolarsi ... e si rimane fermi nell'ignoranza di non aver mai voluto conoscere il mondo come funziona.
---------------
Nella nostra vita c'è sempre qualcosa da imparare ... gli apparenti ostacoli che ogni tanto si trovano sul nostro cammino "non ci devono impedire di andare avanti".
Dobbiamo di volta in volta superarli con la propria iniziativa, altrimenti si rimane ignoranti, e sempre bisognosi d'aiuto.
Questi apparenti ostacoli sono solo delle prove che la vita ci presenta, sono dei test che servono a formare la nostra personalità ... test utili per conoscere sempre più il mondo in cui si vive.
Eppure ... quando arriva un ostacolo imprevedibile ci si blocca ... si ha paura ... si preferisce fare marcia indietro oppure si cerca l'aiuto di un altra persona ... magari proprio da quella persona che per aiutarti pone delle condizioni con il silenzioso e sottinteso concetto : OK, io ti aiuto però, se ...
Questo significa : nulla imparare, e continuare a dipendere dagli altri "pagando" sempre qualcosa ogni qual volta per essere aiutati.
Questo "aiuto" non è quasi mai disinteressato ... è una specie di ricatto che tu anche accetti senza aver imparato qualcosa di utile ... continui sempre ad avere paura quando pensi di trovarti di fronte ad un ostacolo (forse anche immaginario).
Ti predisponi a chiedere sempre aiuto ... ti abitui a dipendere da altre persone che ti sfruttano ... mentre tu rimani mentalmente indietro.
Il risultato di non volersi mettere alla prova da giovani è quello di essere ogni qual volta in difficoltà qualora da adulti avviene un imprevisto, come quando per es. si perde il posto di lavoro.
In questo momento entri in uno stato di shock ... in particolare qualora hai una famiglia a carico e dei figli da mantenere.
Idem per una donna in caso di separazione oppure in caso di morte da parte dell'uomo che provvedeva al mantenimento.
Quando il sostegno della famiglia viene improvvisamente a mancare, la donna si trova in difficoltà ... si ritrova sola in un mondo ancora sconosciuto ... non sa come fare per andare avanti in una società che cerca in tutti i modi di "ricattare per ottenere".
Il problema più grande è quello della donna che sente il bisogno della protezione di un uomo ... quando questo supporto viene a mancare, lei crolla ... ha paura di quello che l'aspetta.
Ritrovandosi sola dopo aver svolto per lunghi anni una vita di routine al servizio della famiglia la donna si trova anche di fronte al problema dell'intimità per es. ... lei ha timore dell'uomo ... lei non sa come si comporterà un uomo ancora sconosiuto qualora ci si potrebbe trovare in quella situazione ...
Un problema che la donna navigata non ha.
A questo mondo siamo venuti per combattere da soli ... e non per cercare la protezione di altre persone oppure l'assistenza da parte delle istituzioni pubbliche.
Gli apparenti ostacoli non sono altro che dei test che tu "devi" affrontare per superarli oppure per imparare a raggirarli.
Il giovane che ritorna a casa dopo aver lavorato per qualche giorno lamentandosi dal papà e dalla mamma che il posto di lavoro non era quello giusto con scuse di ogni genere ... è proprio quella persona diventata adulta che si troverà in difficoltà qualora per un qualsiasi motivo si ritrova senza lavoro per essersi troppo fidata del supporto di una azienda che, per un qualsiasi motivo, non può o non vuole più mantenere la relazione di lavoro.
Conclusione ... quando ti trovi di fronte ad un ostacolo inizia subito nel pensare a come fare per superarlo utilizzando solo il tuo cervello e il tuo spirito d'iniziativa.
Abituati a questo modo di procedere ... mettiti sempre alla prova.
Mai e poi mai devi avere paura di non poter superare un ostacolo anche se imprevedibile ... mai fare marcia indietro ... buttati ... lasciati sorprendere da quello che sarà.
Solo così si impara a vivere e a conoscere il mondo.
Mai avere paura di mettersi alla prova.
Non esiste soddisfazione più grande che quella di poter un bel giorno affermare : questo io ho fatto e ne sono orgogliosa/o.

(pubbl. il, 03.04.2017 su FB)